Domenica 11 giugno al Civico Orto Botanico di via Marchesetti 2, sul colle di San Luigi, dalle ore 10 alle ore 19, terzo appuntamento con l’atteso mercatino del giardinaggio e orticoltura intitolato “Invasati, tutti pazzi per i fiori”. Il titolo è un’idea di Fabiola Faidiga.

L’interessante e curiosa iniziativa, promossa dal Servizio Musei Scientifici del Comune di Trieste, per chi vuole partecipare come espositore è riservata esclusivamente a privati e associazioni Onlus. Mentre il mercatino e le attività collaterali sono aperte a tutti, e con entrata gratuita. Ideata per essere soprattutto un momento di incontro, confronto e scambio di esperienze e di materiali fra giardinieri non professionisti, appassionati e dilettanti. In tal senso, all’interno dell’Orto Botanico ogni partecipante potrà esporre e proporre in scambio o in vendita piante o parti di esse, talee, semi, bulbi, rizomi, terricci, vasi nonché libri di giardinaggio e orticoltura.
L’appuntamento sarà accompagnato da eventi collaterali, che offriranno altrettante occasioni d’intrattenimento per il pubblico che vorrà intervenire alla manifestazione: nell’Orto Botanico avranno luogo infatti, in concomitanza con “Invasati, tutti pazzi per i fiori”, diversi eventi culturali, musica e attività naturalistiche.
Domenica 11 giugno i “momenti” collaterali saranno: ore 10 Perché fermentare, i microrganismi benefici. Cosa sono, a cosa servono e come si auto producono, a cura Eva Balzano presidente dell’Associazione Fervide Menti, dalle 11 alle 12 Alessandra Fragiacomo rappresentante del gruppo Trieste Sketchers guiderà una sessione di disegno dalla diretta osservazione in natura, dalle ore 16 alle 17 Incontriamoci #abassavoce nel parco, letture per bambini 3-8 anni e gli adulti a loro vicini – (Servizio Biblioteche Civiche Trieste, a cura delle Ambasciatrici di Nati per Leggere), ore 17 musica dal vivo, Giovanni Settimo, chitarra, a cura di Scuola di Musica 55 / Casa della Musica, Trieste.

Il Civico Orto Botanico in collaborazione con Associazione Culturale Fotonordest indice il primo contest fotografico Obiettivo Orto Botanico. Il contest è aperto a fotoamatori di tutte le età e la partecipazione è gratuita. Saranno ammesse solo foto scattate all’interno dell’Orto Botanico qualsiasi sia il soggetto. Lunedì 12 giugno termine ultimo per presentare i lavori. Informazioni info@fotonordest.com, www.fotonordest.com.

In occasione dell’appuntamento di Invasati, tutti pazzi per i fiori dell’11 giugno il gruppo Trieste Sketchers espone all’Orto Botanico di Trieste una mostra di disegni realizzati dalla diretta osservazione delle piante e fiori che sono coltivati in questo sito naturalistico di Trieste.
La rappresentante del gruppo Alessandra Fragiacomo guiderà una sessione di disegno dalle 11 alle 12. Portatevi l’occorrente per disegnare e dare vita ai vostri schizzi con il colore; per stare più comodi portatevi un seggiolino. È un occasione d’incontro per esperti e principianti. Verrà presentato il gruppo, che è un mix davvero originale e speciale di appassionati del disegno dalla diretta osservazione. C’è molto da dire a proposito di questo nuovo e vecchio modo di prendere appunti visivi dal vero. L’incontro è nel gazebo bianco al centro del giardino dove saranno alloggiati i disegni, gli sketchbook, i taccuini di viaggio e diari disegnati da alcuni partecipanti alla mostra.

In occasione del terzo appuntamento Invasati ospita sotto la pergola di glicini la mostra del progetto “Ambienti dell’accoglienza e della comunicazione” a cura della docente di Arte e immagine Tiziana Bevilacqua e del docente di Tecnologia Alberto Distefano, della scuola I. C. Divisione Julia di viale XX Settembre, 26 a Trieste. Le classi coinvolte sono state le sezioni B, C e G negli anni scolastici 2015/2016 e 2016/2017. Obiettivi del progetto sono: comprendere i messaggi provenienti dalla società, conoscere alcuni spazi, luoghi e stili dedicati all’accoglienza e alla condivisione del patrimonio storico, artistico e culturale; cimentarsi nel racconto delle proprie esperienze attraverso tecniche espressive e uso di materiali di riciclo, sperimentare nuove tecnologie, condividere i propri racconti e messaggi attraverso l’installazione.
Sono stati prodotti elaborati con varie tecniche espressive attraverso la manipolazione e il riuso di materiali semplici e di riciclo riguardanti i temi affrontati come gli elementi del giardino, il giardino dei sensi, il parco, la casa/museo, i caffè storici, le architetture verdi. Inoltre è stato realizzato un video con la tecnica dell’animazione in stop motion. Il progetto è iniziato con il tema del giardino, uno spazio che ci accoglie fin da quando siamo piccoli e che è stato il luogo e il tema della prima installazione artistica con il “Futurfiore” di Depero e dopo un lungo e vario percorso vuole ritornare sui suoi passi e concludersi di nuovo nell’hortus conclusus dove raccontare a un pubblico più vasto le storie di questo viaggio con le installazioni prodotte.

Dalle 10 alle 19 un interessantissimo Semebaratto, dove si scambieranno semi particolari, locali e preziosi che chiunque potrà portare e barattare con altre varietà. Si potrà così mettere i vostri semi in un semplice foglio di carta ripiegato artigianalmente o seguire le istruzioni che ti verranno insegnate per il montaggio delle storiche bustine di Linneo e di altre fantasiose che utilizzano l’origami.
Anche questa volta non mancherà il Flowercrossing! Cosa sono le piante flowercrossing? Sono piante offerte in dono al pubblico dai partecipanti d’Invasati, dall’Orto Botanico o da appassionati giardinieri. Le trovate sull’étagère presso l’entrata dell’Orto a disposizione dei visitatori, curatele, coltivatele, riproducetele e… donatele a persone che amano le piante!
Quasi un anno fa il 10 aprile 2016 è nato, all’Orto Botanico di Trieste, il Seminalibro il primo bookrossing botanico italiano! Anche domenica 9 aprile prosegue questa interessante iniziativa, una piccola sorpresa che ha suscitato vivo interesse e fatto molto piacere ai giardinieri lettori.
Condividere del tutto gratuitamente è la parola d’ordine del Seminalibro e si rivolge a tutti i lettori disposti a far circolare per il mondo un proprio libro, come un messaggio nella bottiglia. Il Seminalibro è ancora più speciale perché riguarda libri di giardinaggio, botanica, orticoltura, tecnici ma non solo, anche romanzi, racconti o poesie che in qualche modo siano ricollegabili a questi temi, insomma proprio un argomento per INVASATI, tutti pazzi per i fiori. Quindi mi devo separare dai miei amati libri? Sì e no. A volte esistono libri che abbiamo letto e sappiamo che non rileggeremo mai. È un peccato buttarli ma in casa ingombrano. Questi sono i libri predestinati a essere liberati. Oppure esistono libri che ci sono così tanto piaciuti e che avremmo voglia di far leggere a tutto il mondo. Un’apposita libreria posta all’entrata dell’Orto accoglierà i libri che chiunque potrà lasciare a disposizione, all’interno potrete collocare uno speciale segnalibro germogliabile che troverete lì vicino. Particolare importantissimo, sulla prima pagina interna del libro bisogna collocare l’etichetta, scaricabile anche dal sito dell’Orto, che dimostri che questo non è un libro abbandonato, ma un libro che cerca lettori, chi lo troverà potrà leggerlo e farlo circolare liberandolo nuovamente.
L’iniziativa, organizzata come detto dal Comune di Trieste, è attuata in collaborazione con la Cooperativa agricola Monte San Pantaleone Onlus, l’Associazione Orticola del Friuli Venezia Giulia “Tra Fiori e Piante”, l’Associazione di volontariato culturale Cittaviva Onlus.

Per l’iscrizione di privati e associazioni che vogliono partecipare al mercatino basta sottoscrivere l’apposita scheda di partecipazione, reperibile presso il Civico Orto Botanico o scaricabile dal sito www.ortobotanicotrieste.it, la scheda, con allegato copia di un documento d’identità, dovrà pervenire 7 giorni prima della data della manifestazione.
Al Civico Orto Botanico, di via Carlo de’ Marchesetti 2, si può arrivare di domenica con autobus diretti della linea 26/ oppure con i bus 6, 9 e 35 con fermata nella sottostante piazza Volontari Giuliani, salendo poi a piedi lungo l’ottocentesca Scala San Luigi e Campo San Luigi (o scendendo alla fermata successiva di via Margherita e salendo poi a piedi per Scala Margherita, via Pindemonte, Bosco Biasoletto).
Per ulteriori informazioni tel. 040 36 00 68, e-mail: ortobotanico@comune.trieste.it.

Scarica il depliant 2017 [pdf]