Non perdere l’opportunità di ammirare all’Orto Botanico la splendida fioritura di ellebori, narcisi e di molte altre rare piante primaverili.

Gli ellebori sono piante con splendide fioriture invernali e primaverili di lunga durata, facilmente coltivabili in giardino non temono il gelo. Richiedono un terreno fresco, ben drenato e fertile, da evitare il ristagno d’acqua che causa il marciume radicale. La maggior parte degli ellebori tollera sia il sole che l’ombra ma apprezzano in modo particolare le posizioni di mezz’ombra sotto le fronde degli alberi. Gli ibridi di Helleborus orientalis, in questo momento in piena fioritura, sono sempreverdi e con fiori di diversi colori, ciò che vediamo non sono petali ma sepali modificati, bianchi, crema, giallo, rosa, porpora, viola e nero e alcuni hanno puntini o venature sulla faccia interna dei sepali. I fiori delle specie botaniche sono generalmente verdi tranne l’Helleborus niger dal fiore candido e l’Helleborus purpurascens, atrorubens e torquatus che presentano varie tonalità di porpora.

Tutti i narcisi fanno parte del genere Narcissus della famiglia delle Amaryllidaceae. Volgarmente vengono anche usati nomi come tromboni o giunchiglie, ma tali denominazioni possono essere correttamente usate solo per alcuni tipi di questi fiori. I narcisi sono originari dell’area mediterranea, ma le varie specie e forme si sono diffuse progressivamente fino in Francia settentrionale e in Gran Bretagna, nelle Prealpi, nei Balcani e in Medio Oriente. Esiste anche una specie cinese, ma si ritiene che deriva da narcisi che sono stati portati nell’Estremo Oriente dai Portoghesi molti secoli fa. Esistono più di 60 tra specie, sottospecie e forme spontanee, nonché un centinaio di varietà e ibridi naturali di narcisi, ma è soprattutto il numero di ibridi orticoli a sorprendere: ne sono stati registrati oltre 35000!